Statuto Comitato Genitori

Art. 1 – COSTITUZIONE DEL COMITATO

Il Comitato dei Genitori è l’organo che consente la partecipazione dei genitori alla vita della Scuola. Esso ha struttura
democratica ed è indipendente da ogni movimento politico e confessionale.

Art. 2 – FINALITA’ DEL COMITATO

Il Comitato non persegue fini di lucro e gli iscritti svolgono la loro attività in modo volontario, libero e gratuito.
Esso nasce per informare, aggregare e rappresentare i genitori nei confronti degli organismi scolastici,
dell’Amministrazione Comunale e delle Istituzioni Pubbliche. Propone agli stessi iniziative e pareri inerenti la scuola e il
territorio.
Si prefigge di:
1. favorire la più ampia collaborazione tra scuola e famiglia nel rispetto reciproco del ruolo di ciascun componente
2. organizza incontri, conferenze, dibattiti e ogni altra iniziativa di formazione che sia di aiuto ai genitori per promuovere
l’esercizio del ruolo di rappresentante e l’affiancamento nella crescita dei figli
3. fornisce aiuto e consulenza ai genitori eletti negli organi collegiali della scuola, affinché si sentano sostenuti ed
incoraggiati nell’assolvimento dei loro compiti.

ART. 3 – COMPONENTI DEL COMITATO

Sono membri e hanno diritto di voto i rappresentanti di classe eletti annualmente e i genitori eletti rappresentanti in
Consiglio d’Istituto.
Possono partecipare, senza diritto di voto, alle riunioni del Comitato tutti i genitori, o coloro che legalmente ne facciano
le veci, i cui figli siano iscritti all’Istituto.

ART. 4 – ORGANIZZAZIONE INTERNA DEL COMITATO

Il Comitato Genitori elegge:
* il Presidente
* il Vice Presidente
* il Segretario
Il Presidente ha il compito di indire le riunioni del Comitato Genitori, di presiederle, di assicurarne il regolare
funzionamento e di rappresentare il Comitato nei confronti di terzi.
Il Vice Presidente sostituisce il Presidente e lo coadiuva nello svolgimento del suo incarico.
Il Segretario ha il compito di:
– fissare l’ordine del giorno e convocare l’assemblea del Comitato dei Genitori;
– garantire la redazione del verbale delle assemblee ed assicurarne la pubblicità;
Il Comitato può articolarsi in commissioni al fine di elaborare proposte migliorative o suggerimenti operativi.
Presidente, Vice Presidente e Segretario durano in carica fino alla prima riunione dell’anno scolastico successivo e sono
rieleggibili. Il Presidente, il Vice Presidente e il Segretario possono essere revocati in qualsiasi momento dall’assemblea
del Comitato Genitori con il voto di almeno 1/5 (un quinto) degli aventi diritto.

ART. 5 – MODALITA’ DI CONVOCAZIONE E SVOLGIMENTO DELLE SEDUTE

Il Comitato si riunisce la prima volta entro un mese dall’elezione dei rappresentanti di classe e successivamente ogni
volta che sarà ritenuto necessario (preferibilmente almeno 2 volte all’anno):
– su convocazione del Presidente
– su richiesta di almeno 1/5 (un quinto) dei suoi membri
La convocazione è resa nota mediante gli alunni e avviso pubblico esposto nelle bacheche.
Alle riunioni sono ammessi tutti i genitori. Il Comitato può essere allargato al Dirigente Scolastico, al personale docente e
non docente, agli esterni sui temi oggetto di lavoro.
Il Comitato delibera a maggioranza dei genitori presenti aventi diritto di voto.
Il verbale, firmato dal Presidente e dal Segretario, è protocollato in segreteria.

ART. 6 – MODIFICHE STATUTARIE

Il presente Statuto potrà essere modificato dal Comitato Genitori, previo inserimento nell’Ordine del Giorno, con il
consenso di almeno 1/5 (un quinto) degli aventi diritto.

ART. 7 – SEDE

In accordo con la Direzione Didattica ed il Consiglio d’Istituto, il Comitato Genitori elegge la propria sede fisica presso la
scuola Elementare Diaz. Il Comitato Genitori ha un indirizzo di posta elettronica del Comitato al quale ci si può appoggiare
per segnalazioni e comunicazioni.

ART. 8 – PUBBLICAZIONI

Il presente Statuto viene trasmesso al Collegio dei Docenti, al Consiglio di Istituto, e alla Direzione Didattica. Lo Statuto
viene esposto nelle bacheche del Comitato Genitori in ogni plesso scolastico, e allegato al Regolamento di Istituto per
farne parte integrante e sostanziale.

 

Ottobre 209