Unità Mobili di Quartiere

Un’interessante iniziativa per avvicinare le istituzioni alla cittadinanza, e permettere di poter esprimere criticità, smarrimenti e in generale effettuare segnalazioni direttamente alla Polizia Locale.

Ogni giorno, la Polizia Locale sarà in un quartiere diverso con l’obiettivo di essere presente in tutta la città, con un’attenzione particolare (e qualche tappa in più) nelle zone più delicate della nostra città.

Gli appuntamenti nei nostri quartiri saranno così organizzati:

LORETO (in Piazza Risorgimento)
mercoledì 5 maggio dalle 10 alle 13
martedì 8 giugno dalle 16 alle 19

S. LUCIA (in via XXIV Maggio inters. Via dello Statuto)
venerdì 21 giugno dalle ore 15,30 alle ore 17,30
venerdì 18 giugno dalle ore 15,30 alle ore 17,30

A questo link sul sito del Comune è possibile recuprare tutte le informazioni relative al servizio, più il calemndario di tutti gli appuntmanti nei vari quartieri della città:

I servizi delle unità mobili di Polizia Locale, quartiere per quartiere, dal 6 aprile al 18 giugno

Riemergere-Bergamo, ecco i risultati

La fondazione Franco Demarchi è pronta a divulgare i risultati del sondaggio anonimo somministrato nei mesi scorsi.

I risultati della ricerca saranno presentati alle cittadine e ai cittadini di Bergamo per mezzo di un webinar in streaming sarà trasmesso

I risultati della ricerca saranno presentati alle cittadine e ai cittadini di Bergamo per mezzo di un webinar in streaming che sarà tenuto giovedì 15 aprile dalle ore 17:30 alle ore 19:30.

Il webinar sarà preceduto da una conferenza stampa che si terrà lunedì 12 aprile e durante la quale verranno diffusi i dettagli per il collegmanto al webinar stesso.

Riemergere-Bergamo

Il 20 novembre in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza è stata presentata la ricerca “Riemergere-Bergamo“, un’indagine messa in atto dal Comune per comprendere i bisogni delle famiglie colpite dall’emergenza Covid-19 attraverso la compilazione on line da parte dei cittadini di un questionario anonimo selezionato tra i tre disponibili in base alla fascia d’età specifica: 5-8 anni, 9-19, oltre i 20 anni.

La ricerca ripropone a Bergamo, adattandola, un’utile e interessante indagine promossa durante il lockdown dalla Provincia Autonoma di Trento che ne ha affidato la realizzazione all’ “Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili” con il supporto scientifico della Fondazione Demarchi e con la collaborazione di Unicef e di Nascere e crescere in Trentino.

I questionari, aperti a tutta la Provincia ma con un focus particolare sulla città, indagano gli aspetti della vita quotidiana e gli stili di vita, le aspetti relazionali e i loro eventuali cambiamenti, le preoccupazioni e le reazioni emotive all’emergenza sanitaria, gli aspetti scolastici e lavorativi, oltre al profilo socio-demografico degli intervistati.

L’obiettivo del lavoro affidato alla Fondazione Demarchi è quello, in questa fase dell’emergenza sanitaria, di acquisire elementi per rendere più incisive le azioni del Piano della Famiglia del Comune di Bergamo – da riaggiornare in modo significativo, alla luce dei cambiamenti dovuti all’emergenza Covid, rispetto a quello presentato nel 2019 – dando spazio alle famiglie e ai suoi singoli componenti per far emergere bisogni, disagi, emozioni e richieste.
La scelta è anche quella di dare voce, ascolto e attenzione, ai bambini, ai ragazzi e ai giovani, oltre che agli adulti, coinvolti come interlocutori diretti in questo studio, nella consapevolezza delle rinunce e delle preoccupazioni alle quali sono stati e continuano ad essere esposti.

Quali primi esiti del lavoro verranno inoltre prodotti un report di ricerca, messo poi a disposizione di tutti i soggetti coinvolti, e webinar di approfondimento sui temi emersi.

L’esperienza di Trento, che ha visto una partecipazione altissima con 21600 questionari compilati dei quali più della metà da parte di bambini e giovani, ci racconta di un bisogno/desiderio delle persone di esprimersi e partecipare ad una narrazione collettiva, e ci conferma la preziosità degli spunti portati direttamente dai cittadini per generare riflessioni non superficiali.

Qui trovate la pagina della ricerca “Riemergere-Bergamo”, con i link ai tre questionari:

https://www.fdemarchi.it/ita/Ricerca-sociale/Ri-emergere/Ri-emergere-Bergamo

Servizio di ristorazione scolastica – Comunicazione dell’assessora Loredana Poli

L’Assessora all’istruzione Loredana Poli comunica a tutti i genitori alcune importanti osservazioni in merito all’avvio e all’esercizio del servizio mensa erogato dal Comune nei plessi scolastici.

Nonostante il blocco degli appalti dovuti al lockdown e le disposizioni in merito a sicurezza e distanziamento, nel nostro Istituto il servizio è partito in forma regolare.

In allegato la comunicazione dell’Assessora Poli e una breve rassegna stampa locale, con gli
articoli di fine estate, nei quali ha parlato del servizio di ristorazione scolastica.

Ricerca sul rapporto Genitori / DAD (infanzia e primaria)

All’interno dell’Università di Bergamo è partita una ricerca che ha come scopo quello di indagare il VISSUTO DEI GENITORI relativamente alla Didattica a distanza messa in campo dalla scuola dell’infanzia e dalla scuola primaria. È un questionario ANONIMO che dura indicativamente 10 MINUTI e sarebbe prezioso se volessi rispondere e se ci aiutassi a raccogliere quante più risposte possibile condividendolo con le persone che conosci e che hanno figli all’infanzia e alla primaria.

Nel consenso informato potete trovare riferimenti, indicazioni e finalità della ricerca: Consenso
Questo è link del questionario: Questionario

Grazie per la collaborazione!

Digital divide

In questi giorni in cui la DAD (didattica a distanza) si è diffusa e viene utilizzata praticamante a tutti i livelli degli istituti scolastici ci siamo dovuti scontrare con le difficoltà di alcuni bambini e ragazzi che che non riescono a seguire le lezioni per qualche motivo legato alle dispobilità tecnologiche.

Esiste la possibilità di mettere a disposizione la propria connessione WiFi, non costa nulla e sicuramente risolve qualche problema di connessione.

Alleghiamo un volantino che è stato realizzato a questo scopo da affiggere in condominio con lo scopo di mettere in contatto che ha la disponibilità di una connessione wireless con chi invece ne ha bisogno.

Aiutiamooci, tutti insieme ce la faremo!

Bergamo Aiuta

Pubblichiamo il vademecum che il Comune di Bergamo ha messo a punto per l’emergenza.

Per aiutare i cittadini il Comune di Bergamo ha messo in campo tanti servizi e iniziative, all’assistenza agli anziani alla didattica a distanza, dalla disinfezione delle strade ai servizi di spesa a domicilio. Ma anche la dilazione dei pagamenti e delle tasse comunali, la proroga dei pass per i residenti e molto altro ancora. Questo Vademecum riporta l’elenco dei servizi e delle iniziative attivate al momento.

Oltre a questo documento alleghiamo qui sotto i link all’informazione specifica dei quartieri di Santa Lucia e Loreto in cui sono presenti gli esercizi commerciali di beni di prima necessità che fanno consegna a domicilio.  La lista è in perenne e in automatico aggiornamento in base alle disponibilità dei commercianti.

In collaborazione con la Rete di Loreto

In collaborazione con la Rete S. Lucia

Teniamo duro, stiamo a casa e vinciamo insieme questa battaglia.

Risorse e opportunità per promuovere il benessere fisico, sociale e psicologico

La Regione Lombardia, sul suo sito dedicato alla promozione della salute, pubblica una pagina in continuo aggiornamento dedicata a raccogliere indicazioni su iniziative che si possono svolgere mentre “restiamo a casa”.

Volentieri pubblichiamo e inviatiamo a cogliere spunti in questi giorni difficili in cui ci troviamo a dover trascorerre le giornate in casa:
https://www.promozionesalute.regione.lombardia.it/wps/portal/site/promozione-salute/dettaglioredazionale/temi/stili-di-vita/buone-pratiche-resto-acasa

Numero emergenza coronavirus e comunicazioni

Di certo questi sono giorni che ci mettono alla prova sotto molti punti di vista. Le nostre abitudini sono stravolte. Impegni, appuntamenti, eventi, relazioni sociali… tutto sospeso. Ed in questa situazione così delicata esistono categorie di persone che sono maggiormente esposte al rischio sanitario.

Riportiamo integralmente la comunicazione dell’A.S. Cristina Trussardi, del Coord. U.O. Anziani per il Comune di Bergamo, con la preghera di diffondere il più possibile a tutti i potenziali interessati, siano essi parenti o vicini o conoscenti.

Buona giornata a tutti in allegato vi trasmetto il materiale riferito alla progettualità promossa dall’Amministrazione Comunale  per l’emergenza coronavirus a sostegno di anziani soli, non in carico ai Servizi Sociali.

Fondamentale per tutti, ma soprattutto per gli Over 65enni con fattori di rischio sanitario, è di evitare quanto più possibile di frequentare luoghi pubblici e di effettuare  uscite, a meno che non siano dovute a necessità inderogabili.

La chiusura dei CTE al momento è in vigore fino al’ 8 marzo p.v, e proseguirà anche per settimana prossima, in linea con le recenti disposizioni ministeriali e regionali in merito all’evolversi della situazione d’emergenza.

Vi ricordo inoltre il recente articolo apparso su l’Eco on line del 24/02/2020 di prestare attenzione alle truffe da parte di finti addetti dell’ATS e di sensibilizzare i Vostri soci e conoscenti in merito. (Finti operatori sanitari per il coronavirus C’è chi truffa sull’emergenza: attenzione) https://www.ecodibergamo.it/stories/bergamo-citta/finti-operatori-sanitari-per-il-coronavirusce-chi-truffa-sullemergenza-attenz_1342401_11/

Al numero di emergenza sono state dedicate due operatrici che provvederanno a fornire tutte le risposte ai quesiti posti, orientando le persone verso soluzioni o ulteriori riferimenti, nonchè attivando il personale ASA/OSS per prestazioni dirette agli anziani richiedenti.

Evidenzio inoltre che ad oggi non è possibile indicare con precisione in quali quartieri verranno coinvolti gli operatori di potenziamento ma verranno smistati  dal personale di centralino del numero di emergenza sulla base delle richieste e segnalazioni pervenute.

In ogni caso il personale ASA, nella gestione dei servizi quotidiani all’utenza in carico ai servizi per la domiciliarità, provvederà ad informarsi sull’eventuali necessità/bisogni di anziani presenti nei condomini che non sono seguiti dal servizio sociale, così da attivare nei loro confronti  interventi di sostegno.

In allegato alcuni utili documenti con informazioni al riguardo.

Sportello Genitori per i Genitori

Da una collaborazione, e da un’intesa, tra il Forum Provinciale Associazioni Genitori della Scuola (FoPAGS) e L’ufficio scolastico territoriale di Bergamo (UST) è nato anni fa, esattamente nel 2008, lo sportello per i genitori. Per “genitori” si intendono tutte le persone che hanno figli che vanno a scuola, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di
secondo grado
.

Lo sportello, come recita il protocollo d’intesa, Intende promuovere forme di incontro, dialogo, informazione e consulenza, valorizzazione di buone prassi, formazione, al fine di rendere la scuola sempre più vicina alle esigenze della famiglia e di favorire il successo scolastico e di vita degli alunni.

Sabato 15 febbraio 2020 lo sportello riapre, e garantirà il suo servizio fino a maggio.

Lo Sportello sarà aperto ogni terzo sabato del mese presso l’Istituto Superiore statale “Giacomo Quarenghi”, via Europa 27, Bergamo (aula 101, 1° piano) :

  • 15 febbraio
  • 21 marzo
  • 18 aprile
  • 16 maggio

Orario di apertura: 9.00-12.00. In tutti gli altri giorni di sabato sarà possibile contattare
telefonicamente gli operatori dello Sportello al n° 035 0267675. È possibile in qualsiasi momento inviare una mail agli operatori (sportellogenitori.bg@gmail.com).